Le mie ultime ricette

venerdì 27 marzo 2015

Ciambella allo Sciroppo d'Acero & Noci di Macadamia Senza uova Senza zucchero Senza burro

Visto che la Pasqua si avvicina ho pensato che era il momento di postare la ricetta di questa ciambella senza uova, senza zucchero, senza burro  . . ma non senza sapore anzi,  credetemi, molto golosa!
E se vi piace lo sciroppo d'acero dovete provarla ne rimarrete sicuramente contenti, nessuno crederà che è con tutti questi "senza" . . .
L'idea l'ho presa da Zampette in Pasta, blog ricco di idee di ogni genere, ho solo aggiunto le noci di macadamia perchè con lo Sciroppo d'Acero ci stanno troppo bene.
Inoltre se vi piace lo Sciroppo d'acero vi consiglio anche questi Muffins, sono fantastici, oppure questi biscottini . . 


Ingredienti
(per uno stampo da 18 cm):
- 200 gr di farina 00
- 30 gr di farina di cocco
- 100 gr di Sciroppo d'Acero Fabbri
- 30 gr olio di semi di mais
- 50 gr di noci macadamia
- 250 gr di succo d'arancia
- 1 bustina di lievito
- 1 pizzico di sale
Per la glassa (che potete non fare)
- Zucchero di canna qb
- un po' di noci macadamia spezzettate
- granella di zucchero qb

Spremete 2 arance fino a ricavarne circa 250 gr.
Tritate grossolanamente le noci di macadamia con un coltello.
Setacciate la farina ed il lievito, aggiungete la farina di cocco, il sale e mescolare bene il tutto.
In un'altra ciotola unite ed amalgamate lo sciroppo d'acero, l'olio e il succo di arancia.
A questo punto versate a filo i liquidi nella ciotola delle farine
mescolando fino ad avere un composto ben omogeneo.
Aggiungete anche le noci tritate lasciandone una cucchiaiata
per fare la glassa superiore
Versate il composto in uno stampo imburrato, 
se di silicone no a meno che non vogliate
fare la glassa come me allora ungete un po' la parte superiore
e cospargete con un po' di noci
tritate, zucchero di canna
versateci il composto 
cuocete a 170 per 40-45 minuti
BON APPETIT
&
BUON FINE SETTIMANA!!

ed ecco l'interno soffice soffice



mercoledì 25 marzo 2015

Tacchino Ripieno Funghi, Provola e Prosciutto cotto

Stasera siete fortunati . . sono stanca gli allenamenti mi stendono completamente il mercoledì, quindi passo subito alla ricetta, che potrebbe essere un ottimo secondo da presentare il giorno di Pasqua.
La carne bianca di solito mette d'accordo un po' tutti e vi assicuro che insaporita così con funghi e provola diventa davvero saporita, e se ve lo dico io che per il tacchino . .  storgo spesso il naso . . 
Inoltre è comodo per i giorni di festa perchè lo potete organizzare preparandolo in anticipo, vi assicuro che anche il giorno dopo . . è perfetto!
E così dopo il Coniglio Ripieno di Carciofi di qualche tempo fà, 
vi presento anche il mio tacchino ripieno
- 1,100 kg di Fesa di tacchino in un'unica fetta
- 80 gr di prosciutto cotto (io avevo una confezione di pollo grigliato)
- 500 gr di funghi champignon
-  50-60 gr di provola
- 1 scalogno
- qualche foglia di salvia
- 1 cucchiaio di farina
- 1 spicchio d'aglio
- brodo qb
- vino bianco qb
- aromi arrosto

Aprite la fesa di tacchino, massaggiatela con degli aromi da cucina ed un po' di sale.
 Pulite i funghi, levate la terra, passateli sotto l'acqua corrente,
asciugateli nella carta assorbente
 Tagliateli 
Tritate finemente lo scalogno
mettetelo in una padella con un po' d'olio e fatelo rosolare un po'.
Aggiungete i funghi affettati 
e buttateli nella padella a fiamma vivace
facendogli perdere la loro acqua.
 Saleteli e fateli cuocere 10.15 minuti, poi spengete il fuoco e preparate la carne.
Adagiate sul tacchino insaporito le fette di prosciutto cotto e due terzi dei funghi trifolati.
 e poi la provola a fette
 A questo punto arrotolate su se stessa la carne, 
e legatela con uno spago
(non guardate me che non ne sono capace!)
 A questo punto rimettete un tegame sul fuoco con dell'olio 
uno spicchio d'aglio e della salvia.
 Adagiatevi la carne e fatela rosolare bene 
 da tutti i lati, stando attenti a non bucarla,
facendola bruciacchiare un po'
sfumando anche con un po' di vino bianco.
 Quando sarà ben abbrostolita
mettetela in una pirofila da forno, e infornatela a 180° per circa 50 minuti.
Irrorandola ogni tanto con un po' di vino e con un po' di brodo
per non farla asciugare troppo.
Nel frattempo preparate la salsa di funghi con la quale accompagnerete la carne.
Aggiungete del brodo vegetale ai funghi, un 1-2 cucchiai di farina
 e ancora qualche foglia di salvia
 Dopo qualche minuto spengete il fuoco e fatela freddare.
Passatela con il minipimer per qualche secondo, io ho preferito lasciare qualche fungo intero,
ma quello dipende dai vostri gusti.
La carne sarà cotta quando invece della prova stecchino, 
farete la prova della forchetta, cioè infilandoci i rebbi
non uscirà acqua.

Per tagliarla aspettate che sia tiepida,
poi rimettetela nella pirofila, 
versateci sopra la salsa e rimetterla in forno
ad una temperatura bassa per mantenerlo caldo
senza farlo cuocere ancora.
BON APPETIT!



martedì 24 marzo 2015

Salmone Marinato all'Arancia

L'altra sera vennero degli amici a cena e decisi di fare tutto pesce, sinceramente non sono molto brava a cucinarlo, ma questo non vuol dire che non ci devo provare e così . . mi sono ricordata di un antipastino che avevo mangiato a casa delle mie amiche Maria Pia & Simona la prima volta che le andai a trovare (oddio che malinconiaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!)
Così mi sono fatta spiegare da loro tutto il procedimento, 
loro sono così brave con a cucinare il pesce, 
ed ecco qua: 
IL SALMONE MARINATO ALL'ARANCIA
Il procedimento è molto semplice e veloce, ma vi assicuro che un vassoio così fà sempre la sua figura, inoltre è un piatto leggero, ricco di omega3 ed un ottimo antipasto . . 
e potrebbe essere un'idea per il vostro menù di Pasqua. che dite?

Ingredienti:
- 300 gr di filetto di salmone tagliato fine (come carpaccio)
- succo di 2 arance + 1 arancia per decorare
- succo di  1 limone
- pepe in grani (rosso o bianco)
- prezzemolo
- sale
- olio evo

Passate il filetto di salmone sotto l'acqua corrente, 
asciugatelo bene e mettetelo in un contenitore.
Spremete le arance ed il limone
versateci il succo fino a ricoprirlo
A questo punto mettetelo a riposare in frigo almeno un paio d'ore.
Prendetelo, scolatelo dal succo,
adagiatelo in un vassoio, conditelo con dell'ottimo
olio extravergine di oliva, salate leggermente
cospargetelo con qualche grano di pepe e di prezzemolo,
che vi consiglio di tritare, io non ho avuto voglia
Decorarte con delle fette di arancia e servite!
BON APPETIT!

lunedì 23 marzo 2015

Torta Carote & Mandorle (la più buona che c'è)

Finalmente la MIA TORTA DI CAROTE & MANDORLE!
Sono mesi che ce l'ho in archivio ma prima S. Valentino, poi Carnevale e la Festa della Donna e la Festa del Papà!
Non era in programma di ma stasera ho capito che era arrivata l'ora!
Questa ricetta me l'ha passata una mia cara amica, Annalisa, che a sua volta a lei l'ha passata un'amica tedesca.
Mi ha ispirato subito, anche se non l'avevo nè mai vista nè assaggiata ma devo dire che il risultato è stato davvero eccellente. Considerando che non c'è nè olio nè burro, possiamo considerarlo un dolce leggero, adatto sia per la colazione ma anche per merenda, ma anche per fine pranzo come ho fatto io.
Inoltre è veloce e semplice da fare, 
quindi non perdete tempo e andate subito a comprare le carote!
Ingredienti:
- 3 uova
- 150 (per me 100) gr di zucchero
- 1 cucchiaio di zucchero a velo
- 400 gr di carote macinate 
- 200 gr di mandorle tritate
- 100 gr di farina
- 1 bustina di lievito per dolci
- un paio di cucchiai di crema limoncello (oppure una busta di vanillina)

Separate i tuorli dagli albumi e montare questi ultimi a neve con lo zucchero a velo
Sbattete i tuorli con lo zucchero fino a renderli chiari e spumosi.
Macinate molto finemente le carote e tritate le mandorle.
Unite le carote al composto di uova
Aggiungete le mandorle
la farina ed il lievito setacciati e la crema di limoncello
quando saranno ben amalgamati unire anche gli albumi montati a neve.
Imburrate una teglia a cerniera e versate l'impasto.
Cuocete per circa 1 ora a 180°.
Se fate la prova stecchino vedrete che rimarrà umido,
perchè così dovrà rimanere il vostro dolce.
BON APPETIT 
&
BUON FINE SETTIMANA!
Ed ecco l'interno goloso ed umido al punto giusto