martedì 22 luglio 2014

Crostata Estiva: Yogurt Greco & Lamponi con Frolla ai Pistacchi (non Light ma poco ci manca)

E' vero  . .  vi avevo promesso che avrei postato questa ricetta ieri,  non ce l'ho proprio fatta . .  ma vi assicuro che ne è valsa la pena aspettare . . . che ne dite?
Eccomi qua !!
Oggi mi sento alla grande!
Sono in ferie, ho riabbracciato il mio "bambino" dopo la sua vacanzina a Londra, oggi pomeriggio mi dedico al blog, cucino un po', più tardi vado agli allenamenti e poi finalmente tutti a cena riuniti!!
Sì, queste cose mi caricano e mi rendono davvero felice! 
Unica cosa che ho avuto (non poca) difficoltà a selezionare le foto per questo post, quando sono così colorate ed invitanti mi spiace   . . . è davvero difficile . . . che vitaccia da foodblogger! ah ah ah!!
Infatti mi scuserete se sono un po' troppe . . . ma ci sto prendendo gusto !!!

Veniamo a questa Crostata Estiva, anche se in questi giorni l'estate non so proprio dove è finita visto il maltempo che persevera da settimane un po' su tutta Italia, e proprio per questo voglio essere positiva (approfittatene che succede raramente ! ah ah ah!) e postare questa magnifica ricetta.
L'idea l'ho presa da una rivista ma non piacendomi la presentazione, c'ho messo del mio preparando un fantastico Topping ai Lamponi freschi, come non farlo visto che abbiamo possibilità di approfittare di questi bellissimi frutti solo poche settimane l'anno?
Vi confesso, tanto per cambiare, che non ero molto convinta della farcitura di yogurt greco, avevo paura che fosse troppo acido e che il voler rimanere "leggero" ne compromettesse il gusto, invece . . . ne sono rimasta davvero soddisfatta, ma non solo io . . . l'hanno fatta fuori in pochi minuti!
Quindi non possiamo dire che è light visto che la frolla contiene il burro, ma volendo potete alleggerire anche quella facendo una Frolla all'Olio, ma questa ai Pistacchi è davvero buona!!
Non rinunciamo al gusto, gustiamoci tutta la prelibatezza di questa Crostata ma senza troppi sensi di colpa!!

E come al solito se provate fatemi sapere!!!

Ingredienti:
Per la Frolla ai Pistacchi:
- 200 gr di farina
- 100 gr di burro
- 1 tuorlo
- 50 gr di zucchero a velo
- 70 gr di pistacchi
- un pizzico di sale
Per la farcitura:
- 500 gr di yogurt greco
- 100 gr di zucchero
- 3 tuorli
- scorza di limone
- 15 gr di gelatina
- lamponi qb
- more qb
Per il topping:
- 150 gr di lamponi
- 1 cucchiaio di maizena
- 25 gr di zucchero a velo
- 90 ml di acqua
Per decorare:
- gocce di cioccolato bianco
- more qb

Per prima cosa sbucciate i pistacchi, 
scottateli in acqua bollente per 1 minuto, scolateli, asciugateli con un canovaccio ed eliminate la buccia
Preparate la frolla, volendo potete fare come me mettendo nel robot, 
farina, zucchero a velo, un pizzico di sale,
Aggiungete poi il burro a tocchetti
e il tuorlo
A questo punto formate un panetto a cui aggiungendo anche  i pistacchi tritati
Avvolgete con la pellicola alimentare e riponete in frigo per almeno mezzora.

Trascorso il tempo necessario, stendete direttamente con le mani la vostra frolla in una teglia che avrete imburrato (non nel mio caso che ho utilizzato uno stampo di silicone) e su cui avrete adagiato due strisce di carta forno per favorirne la fuoriuscita una volta cotta.
Bucherellatela con una forchetta, coprite l'interno con della carta forno e adagiatevi dei fagioli, infornate a 180° per una 20na di minuti, dopo di che levate la carta forno e i fagioli e cuocete per altri 5 minuti al massimo.

Preparazione Farcitura allo Yogurt Greco:
Mettete i fogli di gelatina in acqua fredda per un massimo di 10 minuti.
Scaldate il latte con la scorza del limone (non grattata ma un unico pezzo) e nel frattempo in una pentola mettete i 3 tuorli rimasti con lo zucchero e sbattete,
 quando il composto sarà ben amalgamato accendete il fuoco e aggiungete il latte caldo a filo.
Cuocete per circa una 10na di minuti fino a che la crema non velerà il cucchiaio e vorrà dire che pronta.
Spengete il fuoco, eliminate la scorza di limone, aggiungete la gelatina ben strizzata, mescolate bene per farla sciogliere.
Mettete la crema a freddare coperta da pellicola trasparente.

Quando la crema sarà completamente fredda, unite lo yogurt greco e mescolate bene.
Quando anche la crostata sarà ben fredda, adagiamo sulla superficie un po' di lamponi e di more sul fondo (io ne avevo pochi ma volendo ne potete mettere di più!) e versateci la crema, non vi preoccupate se verranno leggermente a galla,
Riponete in frigo per circa 15 minuti prima di versarci il topping.

Nel frattempo possiamo preparazione il Topping ai Lamponi Freschi:
Pulite i lamponi passandoli velocemente sotto l'acqua corrente, asciugateli con della carta assorbente, frullateli
aggiungete l'acqua, lo zucchero a velo, la maizena e frullate ancora
Mettete in un pentolino e scaldate senza mai smettere di mescolare fino a quando non si addenserà, 
spengete il fuoco e lasciate freddare.

Quando tutto sarà freddo e la farcitura ben rassodata versiamoci il topping e spalmiamolo delicatamente con un  cucchiaio su tutta la superficie.
 Lasciate riposare almeno 2- 3 ore, meglio tutta la notte, decorate a piacere e servite.

BON APPETIT!!







la fetta



l'interno



 se poi vi avanza un po' di farcia è ottima anche servita così

 

Altri dessert freschi che ti potrebbero interessare:
 

venerdì 18 luglio 2014

Gnocchi ai Fiori di Zucca & Bresaola

Penso che oramai conoscete me, il mio blog e le mie ricette.
Difficilmente posto ricette complesse, lunghe e sofisticate, un po' perchè amo proprio le ricette così con ingredienti semplici e di stagione un po' perchè sono "pigra" e mi piace vedere subito il risultato.
(Ecco perchè anche il mio Lievito Madre giace in frigorifero da settimane, certo continuo a rinfrescarlo, ma non lo utilizzo, ma per le ferie mi sono ripromessa di panificare e fare lievitazioni a lungo termine ^__^  quindi pazientate ancora un po')

E la cosa non cambia per  i primi, anzi ancora peggio, perchè mi capita di aprire il frigo e decidere lì per lì come condire la pasta, di solito la Domenica, unico giorno in cui me ne concedo mezza porzione, mi va anche bene visto che il frigo è bello pieno! ah ah ah
Domenica scorsa per pranzo, approfittando dei bei fiori appena comprati, ho pensato di farci un bel sughino per gli gnocchi di patate e devo dire che il risultato è stato eccellente!!!
Quindi con piacere vi propongo questo primo veramente veloce, come si direbbe ora "very easy", saporito e perchè no pure allegro!
Se provate fatemi sapere  . . da noi sono stati spazzolati in pochi minuti . .  !!

 Ingredienti per 500 gr di gnocchi:
- una decina di fiori di zucca
- ca. 100 gr di bresaola
- vino bianco qb
- uno spicchio d'aglio
- olio evo
- 2 cucchiai abbondanti di ricotta
  
Mettete l'acqua salata a bollire.
Nel frattempo pulite i fiori, eliminando anche il pistillo interno e tagliateli a listarelle.
Prendete la bresaola
e tagliatela a dadini (io abbastanza grossi fate secondo vs gusto)
In una padella fate dorare lo spicchio d'aglio nell'olio e aggiungete la bresaola tagliata a dadini, dopo un paio di minuti quando sarà bella dorata aggiungete anche i fiori di zucca
Sfumate con un po' di vino.
Appena l'acqua bolle buttate gli gnocchi e dopo un minuti che cominceranno a venire a galla
scolateli con una schiumarola e buttateli nella padella dove avrete aggiunto anche la ricotta
Aggiungete un ramaiolo bello colmo dell'acqua di cottura della pasta ancora bollente
Mantecate bene aggiungendo, se di vostro gradiemento, anche una spolverata di parmigiano grattato.
Tutto questo ovviamente va fatto in 2-3 minuti al massimo,
altrimenti gli gnocchi cuoceranno troppo
e inoltre  dovranno rimanere belli cremosi.
Servite subito.
BON APPETIT!!!
& BUON FINE SETTIMANA
ci aggiorniamo Lunedì,
vi anticipo che ci sarà ad aspettarvi
con Dolce al Cucchiaio,
 bello fresco ai LAMPONI
 e pure leggero . .
(il che non guasta mai!) 

Un Bacio al primo che passa :*






Ti potrebbero anche interessare:

mercoledì 16 luglio 2014

Pomodori Ripieni di Miglio Saporito

Un altro cereale che ero curiosa di provare era il MIGLIO.
Mai mangiato, mai avuto idea come si potesse cucinare, così dopo essermi informata un po' mi sono beccata dal marito:
"Il MIGLIO? ma è mangime per uccelli!"

invece guardate quante cose ho scoperto su questo cereale
ma cos'è il MIGLIO?

Questo cereale minuscolo e dorato, e in effetti in Italia lo ignoriamo nella nostra alimentazione considerandolo e conoscendolo come mangime per uccelli, mentre in passato compariva quotidianamente sulle tavole dei sumeri, insieme ad orzo, grano, ceci, lenticchie, cipolle, aglio, porri e cetrioli. Ma anche i romani lo consumavano in abbondanza, scrivendo loro stessi che questo cereale era diffuso in Italia già da tempi molto più remoti, addirittura dall'età della pietra e ne esaltavano la qualità non solo per le proprietà nutritive ma anche per lunga conservabilità.
Ai tempi di oggi invece qui in Italia il miglio non è molto diffuso e ha una coltivazione limitata, mentre è l'alimento base di molte popolazioni africane.

Invece il miglio sarebbe un alimento perfetto per la nostra salute visto che è più ricco di sali minerali rispetto ad altri cereali, contiene ferro, fosforo, magnesio, fluoro e silicio, quest'ultimo in particolare, è molto prezioso per le unghie, i capelli, la pelle e lo smalto dei denti.
Inoltre le sue proteine sono ben assimilabili e più complete di quelle normalmente presenti nel frumento, nel grano saraceno e nel riso.
Diuretico ed energizzante, il miglio è consigliato in fitoterapia per contrastare lo stresso, l'anemia, la depressione e la stanchezza, in particolare quella di origine intellettuale. Addirittura gli viene attribuita la proprietà di combattere gli aborti e quindi particolarmente consigliato alle donne in dolce attesa. Contiene vitamine A, B1, B3, E.
Inoltre grazie all'assenza di glutine, il miglio è un alimento adatto ai celiaci.

Il miglio è facile e rapido da cucinare, non serve l'ammollo come tanti altri cereali.
Prima di cuocerlo andrebbe tostato a fuoco basso e poi cotto sempre a fiamma bassa, una 20na di minuti controllando che non assorba tutta l'acqua. Volendo si può saltare la tostatura e cuocere il cereale con il doppio di acqua fredda e cuocere sempre per 20 minuti coperto.
In entrambi i casi a fine cottura dovrà essere assorbito tutto il liquido mentre è sconsigliabile procedere alla lessatura e quindi scolatura finale dell'acqua, cosa invece che succede per gli altri cereali.
Dimezzando le quantità d'acqua e il tempo di cottura, si può utilizzare per farcire verdure al forno, inoltre avendo anche un buon potere agglutinante, lo rende adatto nella preparazione di polpette e sformati, sostituendo le uova. Ottimo anche per le minestre, zuppe e anche nei dolci.

Peccato che queste cose le abbia lette dopo che lo avevo cucinato, ma la prossima volta sicuramente migliorerò la cottura, che mi sembra fondamentale per questo cereale.
Quindi per ora beccatevi questa ricetta semplice semplice, poi vediamo cosa riesco ad inventare.
(ah per la cronaca mio marito è quello che l'ha apprezzato di più e se l'è pappato tutto!!)
 Ingredienti:
- 5 pomodori maturi
- circa 150 di miglio (a me è avanzato una ciotolina)
- circa 100 gr di formaggio filante (tipo Galbanino)
- foglie di basilico
- parmigiano grattato 
- una manciata di capperi
- olio evo
- sale

Pulite i pomodori, tagliate la calotta e scavatene la polpa mettendola in una ciotola. 
Sbollentateli in acqua bollente per pochi secondi e scolateli.
Frullate la polpa
Nel frattempo lessate il miglio per una 15 di minuti al massimo, unitelo alla polpa frullata
conditelo con olio sale, parmigiano e basilico
 Aggiungete anche i capperi ed il formaggio a dadini
Mescolate bene
Coprite una teglia da forno con la carta apposita, adagiateci i pomodori e riempiteli 
con il miglio così condito.
Fate un giro con un filo d'olio.
Metteteli in forno per 20-30 minuti al massimo. 
Coprite con le calotte e serviteli.
BON APPETIT!